SULLA STRADA

Per gli argomenti principali vedi link apposti sulla foto sovrastante.

 

USO DI LENTI o PROTESI ACUSTICA

visite mediche

Con la parola di "lenti" si intende l'utilizzo degli occhiali o delle lenti a contatto durante la guida. Essi possono essere obbligatori nel momento in cui il medico accertatore al momento del conseguimento della patente o in fase di rinnovo ne costati la necessità.

Sulla patente verrà riportato il codice armonizzato 01.

Nel caso di uso di lenti a contatto sarà necessario in caso di controllo mostrare agli agenti la lente togliendola se necessario. Non vi è alcun obbligo di avere a bordo anche occhiali di scorta come qualcuno sostiene.

Nel caso di necessità delle protesi acustiche per problemi di udito esse possono essere su un unico orecchio od a entrambi.

Sulla patente sarà posto il codice armonizzato 02.

In caso di controllo sarà sufficiente mostrare all'agente accertatore la presenza di detti strumenti.

 

USO DI TELEFONI o CUFFIE

cell

Il codice della strada vieta l'utilizzo di questi strumenti o ad essi assimilati su tutti i veicoli. Il codice della strada parla di apparecchi radiotelefoni ed in essi si devono includere cellulari, smartphone, ricetrasmittenti, CB, cuffie sonore, ecc.

Sono esclusi da questo divieto i veicoli delle forze armate e polizia durante la loro attività.

 

 

Lo scopo della è evitare di dover togliere le mani dal volante o dal manubrio ed aumentare il livello di attenzione nonché quello di togliere al udito la capacità di percepire i rumori esterni: spesso infatti si sottovaluta l’importanza di sentire quello che avviene intorno a noi. Un pericolo lo si può non vedere ma se lo si sente ci si può salvare lo stesso. Anche camminare per le strade con le cuffie può essere pericoloso.

cuffie

L'uso degli apparecchi con le mani è sanzionato anche se non per effettuare una conversazione; è quindi punito anche chi usa il cellulare per visionare messaggi o consultare la rubrica, ecc

Il divieto si riferisce quando il veicolo è in marcia: è possibile impiegare detti strumenti quando ad esempio si è fermi al parcheggio.

L'uso di questi apparecchi è consentito con l’uso di tecnologie vivavoce, bluthooth o con un mono auricolare purché non siano usate le mani e purché il conducente abbia capacità uditiva ad entrambi gli orecchi.

 

USO DELLA RADIO

Ormai tutti i veicoli sono muniti di dispositivi radio. Per quanto riguarda l'uso di radio o altri apparecchi in grado di riprodurre suoni il codice prevede che il rumore emesso non deve superare i 60 decibel misurati a 10 centimetri dall'orecchio del conducente con portiere e finestrini chiusi.

E' evidente che questa misurazione può essere valutata solo con adeguate strumentazioni specifiche per cui sarà l'agente accertatore che dovrà valutare se applicare la sanzione.

In caso tuttavia di rumori molto molesti prodotti da apparecchiature particolari come gli amplificatori, o di rumori manifestamente eccessivi si può incorrere anche nel reato di disturbo della quiete pubblica (art. 659 CP)

 

LE CALZATURE ALLA GUIDA

Nel vecchio codice della strada in vigore fino al 1992 era previsto il divieto di condurre i veicoli indossando certe calzature (tipo zoccoli, ciabatte, ecc.). Nel nuovo codice attualmente in vigore c’è solo scritto che la calzatura deve essere idonea: si lascia così al conducente quindi la decisione circa il tipo di scarpe da utilizzare durante la guida.

shoes

Di conseguenza non è vietato guidare con infradito, ciabatte, tacchi alti, ecc.: non esiste una violazione specifica.

Questo è dovuto essenzialmente a due motivi. Primo, che le calzature moderne sono molto diverse da quelle di molti anni fa, più leggere, confortevoli, ergonomiche, ecc.. Secondo, anche i veicoli hanno avuto un progresso tecnologico importante: cambi automatici, servofreno, sensori,

ecc fanno si che sono più facili da guidare.

Tuttavia non si può negare che alcune calzature siano poco ideali per la guida ed in caso di incidente non può escludersi un concorso di colpa se, ad esempio, il conducente non riesce a frenare perché il piede scivola sul pedale a causa di una calzatura particolare (es zoccolo di legno). Ovvio che si deve provare quanto accaduto. (Corte di Cassazione penale, sezione IV, sentenza del 24 maggio 1978, numero 6401: Lo slittamento del piede dal pedale del freno non costituisce caso fortuito, ma imperizia del conducente e quindi trattasi di condotta sicuramente i abitati il dispositivo acustico può essere usato:

 

 

TRASPORTO DI ANIMALI

dog in car

Nei veicoli è possibile trasportare degli animali domestici cioè  animali da compagnia che generalmente entra nelle nostre case: cani, gatti, piccoli rettili e uccelli. Non possono essere considerati domestici animali come pecore, cavalli, ecc per i quali servono appositi veicoli e attrezzature.

Nei veicoli si può trasportare un solo animale domestico a condizione che non costituisca impedimento o pericolo per la guida. Non è obbligatorio che stia rinchiuso in gabbia.

In questo caso è il conducente che deve decidere come trattare l’animale: esso può anche stare liberamente seduto su un sedile o sul pianale. Gli agenti di polizia nel caso vogliano contestare la pericolosità della presenza dell'animale libero a bordo devono specificare come sia stata resa pericolosa la guida a causa dell'animale.  Perciò si consiglia sempre di fare in modo che l’animale non possa avvicinarsi troppo al conducente utilizzando ad esempio dei collari muniti di fibbia di aggancio alle prese delle cinture. Anche perchè in caso di incidente in questo modo sarà più al sicuro anche l'animale.

Collocare un animale nel bagagliaio non è vietato, tuttavia si deve considerare che tale metodo può provocare sofferenze per l’animale stesso, ad esempio per mancanza di aria. Piuttosto è meglio collocarlo in una gabbia all’interno dell’abitacolo.  

Nel caso di trasporto di più animali domestici allora è obbligatorio che siano custoditi in apposita gabbia o nel vano posteriore al posto di guida diviso da rete.

Su motocicli e ciclomotori è consentito trasportare animali ma solo in apposite gabbie o contenitori che rispettino la sporgenza longitudinale e trasversale di 50 centimetri massima. Non è ammesso il trasporto di animali sul pianale, tra le gambe del conducente.

 

IL TRASPORTO DI PERSONE

Il numero delle persone trasportabili sui veicoli muniti di carta di circolazione è sempre indicato sulla stessa.

Tutti gli occupanti di un veicolo devono prendere posto nel modo corretto, utilizzando gli eventuali sistemi di ritenuta se presenti e senza ostacolare movimenti e visibilità al conducente.

VELOCIPEDI

Sulle biciclette in generale sale solo il conducente tranne che per le biciclette appositamente costruite per avere più posti: tandem o quadricicli a pedale.

E' vietato portare una persona seduta sul manubrio o poggiata sul telaio.

E' consentito il trasporto di un bambino di età inferiore a 8 anni con appositi seggiolini da parte di conducente maggiorenne come descritto nella sezione "sicuri sui veicoli".

VEICOLI A TRAZIONE ANIMALE

I veicoli a trazione animale devono avere

  • un conducente di almeno 14 anni se gli animali sono al massimo tre 
  • due conducenti di almeno 14 anni se gli animali sono quattro 

VEICOLI A 2 RUOTE.

Su motocicli e ciclomotori il numero massimo delle persone è due: un conducente e un passeggero.

Sui motocicli con carrozzetta detto numero può salire a quattro: un conducente e tre passeggeri

Il conducente per poter portare un passeggero deve avere almeno 16 anni di età

Non è ammesso il trasporto di minori di 5 anni.

AUTOVEICOLI

Sugli autoveicoli il numero massimo di persone è nove compreso il conducente. In genere nelle carte di circolazione non è indicato il numero dei posti anteriori o posteriori ma solo il totale.

Solo nel caso degli autobus questo numero può essere maggiore. In genere nelle carte di circolazione sono annotati sia il numero dei posti a sedere sia il numero dei posti in piedi.