PUNTI PATENTE

L'introduzione del punteggio sulla patente risale al 2006. Si tratta di una sanziona amministrativa accessoria.

Alle patenti e alle abilitazioni professionali (CQC e CAP) vengono attribuiti 20 punti iniziali.

AUMENTO DEI PUNTI

Se non vengono accertate violazioni che comportano decurtazione di punteggio, si assegnano 2 punti ogni due anni fino a raggiungere un massimo di 30 punti.

Ai neopatentati nei primi tre anni è assegnato un punto ogni anno. Successivamente viene applicata la regola precedentemente descritta.

DECURTAZIONE DI PUNTI

Nel caso di violazioni ad alcune regole del cds verranno sottratti da 1 a 10 punti.

La sottrazione di punti sarà per un massimo di 15 punti totali qualora vengano fatte contemporaneamente più violazioni a meno che dalle infrazioni non derivi la sospensione della patente. In questo caso i punti saranno sommati per intero.

I neopatentati per i primi tre anni avranno il raddoppio dei punti sottratti: per cui con una singola violazione è possibile perdere 20 punti. Nel caso di una singola violazione invece in caso di raddoppio la soglia dei 15 punti può essere superata ed arrivare a 20

I punti saranno sottratti alla CQC o al CAP anzichè alla patente se la sanzione è stata commessa su veicolo per cui è richiesto l'uso di detti documenti. Quindi ad esempio se un titolare di patente D viene colto a passare con il rosso alla guida della sua vettura i punti saranno sottratti alla patente, se invece era alla guida di un autobus i punti saranno sottratti alla carta di qualificazione.

Nel caso di sanzione con conducente non identificato perchè non fermato dagli organi di polizia la notifica di sottrazione punti sarà recapitata al proprietario il quale dovrà dichiarare chi era alla guida.

  • Se comunica alla polizia, mediante apposito modulo allegato alla sanzione, gli estremi identificativi di chi era alla guida i punti saranno sottratti a questo.
  • Se non comunica nessun nominativo non saranno sottratti i punti ma verrà notificata una seconda sanzione (art. 126 bis c. 2) di 286 euro

Quando si è considerati neopatentati

  • Patente  A1 e A senza altre patenti: 
  • Patente  A dopo A1 senza altre patenti
  • Patente A1, A, C1, C, D1, D dopo la B nei primi tre anni dalla B

Nb Ai neopatentati minorenni non sono sottratti punti

RECUPERO PUNTI

Reintegro totale: il punteggio ritorna in automatico ai 20 punti iniziali, quando, dopo aver perduto punti ma prima di arrivare a zero

  • non si commettano infrazioni per 2 anni
  • nel caso di acquisizione di una nuova patente con esame teorico;

Reintegro parziale: il punteggio può essere aumentato frequentando un corso di recupero punti

  • 6 punti sulle patenti A, B, BE, frequentando un corso di 12 ore
  • 9 punti sulle patent1 C1, C1E. C, CE, D1, D1E, D, DE, frequentando un corso di 18 ore
  • 9 punti sulle CQC, frequentando un corso di 20 ore per una qualificazione o 22 se in possesso di entrambe le qualificazioni

Attualmente il corso consiste nelle frequenza obbligatoria ad un calendario preventivamente comunicato all’UMC da parte di una autoscuola. Si attende decreto per attuare anche lo svolgimento di un esame finale.

AZZERAMENTO DEL PUNTEGGIO

Quando la dotazione di punteggio si esaurisce, occorre sostenere un same di revisione della patente o della CQC o del KAP (con prove di teoria e guida).

  • In caso di esito positivo la patente o la CQC o IL KAP riacquisterà il punteggio iniziale di 20 punti
  • In caso di esito negativo la patente sarà revocata. In caso di revoca della patente saranno revocati anche la CQC e il KAP. (non viceversa)

PATENTI CONDUCENTI STRANIERI

I conducenti muniti di patenti di guida o di permesso internazionale, rilasciati da uno Stato estero, sono tenuti alla osservanza di tutte le prescrizioni e le norme di comportamento stabilite nel Codice della Strada italiano; ai medesimi si applicano le sanzioni previste per i titolari di patente italiana (articolo 135, comma 6, del Codice della Strada), indipendentemente dall’adozione o meno nello Stato estero del sistema di patente a punti.

I trasgressori stranieri, possono pagare la multa in misura ridotta all’agente accertatore che rilascerà apposita ricevuta. Se non si paga subito, occorre versare all’agente accertatore una cauzione (pari alla metà dell’importo massimo previsto dal Codice della Strada, o al minimo dell’importo in caso di veicoli provenienti da Paesi UE aderenti allo Spazio Economico Europeo). Se non si paga la cauzione, viene disposto il fermo amministrativo per un periodo non superiore a 60 giorni con conseguente affidamento del veicolo ad un custode.

Per quanto riguarda i punti il meccanismo non sarà per sottrazione ma per addizione. Ai guidatori che hanno commesso infrazioni per un totale di 20 punti:

  • in un anno sarà vietato guidare in Italia per due anni,
  • in due anni sarà vietato guidare in italia per un anno
  • in tre anni sarà vietato guidare in italia per sei mesi

Non si applicano invece le decurtazioni punti alla cqc o kap o documenti equipollenti in quanto non legati ad una patente italiana. Le eventuali sanzioni saranno comunque applicate alla patente.

Le violazioni per cui sono disposte la sospensione e la revoca della patente si applicano anche al titolare di patente straniera.

COME CONOSCERE IL PROPRIO PUNTEGGIO

  • telefonando al n. 848 782 782 del Dipartimento per i trasporti (seguire le istruzioni vocali e tenere a portata di mano la propria patente)
  • oppure ci si può registrare al portale dell'automobilista (di seguito il link)

 

Portale dell'automobilista - servizi on line saldo punti